Il tema dell’abitare appare centrale per noi architetti sotto diversi punti di vista. Questo nuovo numero di AR si propone di operare una ricognizione nel settore, in riferimento ai cambiamenti sociali, economici, ambientali, nonché agli stili di vita, indotti dal processo di globalizzazione in atto. Un fenomeno che, sul piano socio-culturale, sta imponendo, da noi come in molti Paesi d’Europa, una rilettura del legame
Leggi tutto...

Il tema dell’Abitare è uno dei temi più ricorrenti in architettura: ciclicamente diventa protagonista del dibattito contemporaneo dopo periodi di assenza e trascuratezza. Oggi la nuova emergenza abitativa, da un lato, e la grande quantità di residenziale invenduto sul mercato, dall’altro, hanno concretizzato una rinnovata attenzione e la “casa” sta tornando a essere un tema centrale del dibattito architettonico.

Leggi tutto...

«Se è stata definita emergenza abitativa ci sarà un perché». Franco Mazzetto, architetto romano, nuovo direttore generale dell’ATER del Comune di Roma, ci scherza sopra. Eppure lo sa bene che il compito cui è stato chiamato da gennaio 2016, quello di guidare l’agenzia, è una delle sfide impossibili della Capitale. E che non c’è niente da scherzare.  «Sono 7-9.000 i nuclei familiari già presenti nelle graduatorie in attesa di una casa; a questa già ingente cifra se ne aggiungono almeno altri 1.200 che necessitano di assistenza abitativa, ovvero quello che comunemente si chiama il buono-casa» chiarisce subito. Numeri importanti che in realtà rappresentano solo la punta dell’iceberg. Le graduatorie, infatti, per loro stessa natura tengono conto solo dei nuclei familiari ai quali va aggiunto un esercito di single, separati, stranieri, studenti. 

Leggi tutto...

«Io vado a prendere i bambini a scuola e tu fai la spesa anche per me. Io innaffio le piante in agosto, tu pensi al mio gatto quando sono in ferie». Un tempo erano gesti di buon vicinato, oggi è il co-housing, che da qualche anno anche in Italia sta prendendo sempre più piede. Ma perché funzioni occorre creare «una cultura della condivisione». Di questo si occupa Liat Rogel, ricercatrice israeliana, che da tre anni ha dato vita a HousingLab, associazione milanese creata allo scopo di diffondere le buone pratiche nell’ambito dell’abitare sociale e collaborativo. 

Leggi tutto...
«Il vicinato? Anche in Italia ha ormai perso gran parte del suo valore. E le nuove forme di convivenza, come le social street o il co-housing, seppure molto enfatizzate dai media, non hanno ancora raggiunto una diffusione tale da potersi considerare validi sostituti delle relazioni “porta a porta” di un tempo. Questo almeno nelle grandi città».
Marzio Barbagli è uno dei maestri della sociologia italiana, professore emerito dell’Università di Bologna, membro dell’Accademia dei Lincei e della European Academy of Sociology. Alle città italiane e alle loro trasformazioni ha dedicato studi e ricerche di cui ha dato conto nel volume Dentro e fuori le mura (ed. Il Mulino, 2012) in cui ripercorre la storia dei principali nuclei urbani nostrani, focalizzandosi in particolare sulle mutazioni relative alla composizione sociale della popolazione in relazione alle scelte residenziali.
Leggi tutto...

di Susanna Clemente
* Call Tematica

Una casa che risponda istantaneamente ai nostri desideri, spazi mutevoli, pareti scorrevoli che creino e ricreino la disposizione più adatta e conveniente, arredi riconfigurabili, controllo, risparmio energetico e delle risorse sono solo alcune delle voci che descrivono i transforming apartments. Letteralmente gli appartamenti che si trasformano, sintetizzano le maggiori innovazioni meccaniche e tecnologiche, divenendo a tutti gli effetti responsivi, anche grazie a opportune interfacce.
I modi dell’abitare sono mutati nei secoli più o meno rapidamente al variare delle esigenze, semplici o complesse che fossero, ma l’accelerazione ultima cui assistiamo è tale da generare nuovi interrogativi e conseguenti risposte. A che velocità cambiano i nostri bisogni? E se queste variazioni avvenissero anche nell’arco di una sola giornata o perfino nel giro di poche ore o minuti? Può lo spazio casa farvi fronte? E se sì, in che modo?

Leggi tutto...
di Associazione POST_ARCH, Arch. Antonio Luigi Stella Richter, Arch. Marco Cherubini, Dott.ssa Giorgia Dal Bianco

Nel secondo decennio del ventunesimo secolo l’architettura nel mondo cerca di diventare sostenibile e green e la pianificazione, da tempo, è lo strumento per risolvere i problemi delle città. Il sistema paesaggistico è oramai parte sostanziale nella progettazione urbana e la riqualificazione e il recupero sono i principali strumenti nel panorama internazionale. Inoltre il libro bianco dell’Unione europea affronta temi come governance, policy-making, problem-solving e partecipazione.
Leggi tutto...

Indagare il tema dell’Abitare a Roma significa scontrarsi con una serie di paradossi e contrapposizioni. Secondo i dati pubblicati periodicamente dalll’Agenzia delle Entrate, le compravendite nel settore residenziale hanno mostrato un calo costante dal 2006 a oggi, con l’unica eccezione degli anni 2010 e 2014, in cui sono state registrate crescite che non hanno però riportato i numeri vicini a quelli degli anni precedenti la crisi economica. Dal 2005, infatti, le transazioni immobiliari riguardanti le abitazioni sono scese nella Capitale da 68.234 alle 38.466 del 2014. Nel 2007 gli appartamenti costruiti nella città di

Leggi tutto...

Carmelo Baglivo, Carlo Prati e Beniamino Servino hanno realizzato 12 disegni di grande formato per la sala centrale della Casa dell’Architettura di Roma in occasione della mostra Atlantide curata da Giorgio de Finis. Tre ricerche teoriche per immagini si confrontano sul tema della scomparsa della città e della prefigurazione architettonica nell’epoca della modernità liquida.

Leggi tutto...
Negli ultimi anni la nostra città e anche il Paese hanno vissuto una crisi straordinaria, il mondo come lo abbiamo conosciuto fino a ieri non è cambiato, semplicemente non esiste più. Sono scomparsi i protagonisti del mondo dell’imprenditoria, sono cambiate le regole del lavoro, si sono dissolte le reti di protezione e i riferimenti della professione; tutti noi, ognuno al proprio livello, ci troviamo a camminare su un filo in equilibrio sempre più precario. Avvicendamenti generazionali, cambiamenti nella struttura sociale, innovazioni tecnologiche, ricerche di nuovi equilibri economici e geopolitici rendono gli anni in cui viviamo straordinariamente interessanti, ma la coscienza di trovarci per
Leggi tutto...

La società contemporanea sta vivendo una profonda trasformazione determinata dalla diffusione pervasiva delle Tecnologie dell’Informazione (IT) che stanno modificando radicalmente il modo di vivere, lavorare, produrre documenti e scambiare informazioni. Profondi mutamenti si sono già innescati anche nell’industria dell’ambiente costruito, dovuti all’impiego delle IT o ITC (Information Technologies in Construction): l’elemento più evidente di questi mutamenti è sintetizzato dall’acronimo BIM, che sta sia per Building Information Model sia per Building Information Mode(l)ling. Il termine ha assunto una grande popolarità e diffusione a livello internazionale e si sta progressivamente diffondendo anche in Italia, offrendo nuove prospettive per il settore delle costruzioni e suscitando grande interesse tra gli attori coinvolti.

Leggi tutto...

A partire da questo numero, AR dedica una sezione al tema dell’innovazione. Non a caso. Siamo infatti convinti che si tratti di una questione molto importante per il momento storico attraversato dal nostro mestiere in Italia: basti ricordare che innovare, a giudizio di molti osservatori, costituisce la principale strategia anti-crisi e che se ciò è vero in generale, lo è, in particolare, per la sfera della progettazione e dell’industria delle costruzioni. Va detto subito che innovare non va confuso con il gusto acritico per la novità gratuita e fine a se stessa. Non tutte le nuove idee sono necessariamente delle buone idee. Secondo Vittorio Gregotti, nell’opera Tre forme di architettura mancata,

Leggi tutto...
Committente: FCA - Fiat Chrysler Automobiles
Costruttore: Interfiere
Superficie costruita: 800 m2
Data di completamento: 2015
Destinazione d’uso: Allestimento fieristico
Tipo di intervento: Progetto architettonico e direzione artistica
Localizzazione: Fiere di Parigi, Ginevra, Francoforte
Fotografie: Photophilla.it, courtesy LAB71 architetti associati
La villa sorge nella campagna sudoccidentale inglese, tra Oxford e Londra, in un territorio famoso per i suoi prati e boschi, e nasce da un lavoro di totale reintepretazione di una vecchia abitazione di inizio Novecento, completamente demolita per fare spazio alla nuova residenza. Il progetto sfrutta un’area in declivio in un paesaggio prevalentemente pianeggiante per nascondere la struttura della casa su un livello inferiore, con un appoggio a sbalzo.
Leggi tutto...
Committente: Privato
Costruttore: ERIONIC Sas
Superficie costruita: 50 m2
Data di completamento: 2014
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Savona
Fotografie: Gianluca Monaco, courtesy Raffaella Moscaggiuri e Andrè Sitter
Committente: BurBaCa
Costruttore: P.E. Studio Srl
Superficie costruita: 280 m²
Data di completamento: 2015
Destinazione d’uso: Commerciale
Tipo di intervento: Manutenzione straordinaria
Localizzazione: Piazza Verdi, Viterbo
Fotografie: Andrea Rossi, Valentina Stefanelli, courtesy A+5 Studio
Committente: Privato
Costruttore: EDIL DUE Srl
Superficie costruita: 120 m²
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Volpeglino, Piana del Sole
Fotografie: courtesy RicciSpaini Architetti Associati
Committente: Privato
Costruttore: Co.Ge.Di Srl
Superficie costruita: 600 m²
Data di completamento: 2015
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Belvedere Montello
Fotografie: Lorenzo Accapezzato
Committente: Società Cooperative Edilizie Delle Statue e Bel Poggio
Costruttore: I.C.E.V. Srl
Superficie costruita: 5.800 m2
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: via Rosellina Balbi e via Enrico de Boccard
Fotografie: Luigi Filetici, courtesy Andrea Giunti
Committente: Privato
Superficie costruita: 380 m²
Data di completamento: 2005
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Ristrutturazione d’interni
Localizzazione: Via del Vantaggio
Fotografie: Luigi Filetici, courtesy Nemesi Studio
Committente: Governo del Regno di Olanda - Dhb
Costruttore: Alba costruzioni Srl
Superficie costruita: 1.400 m2
Data di completamento: 2009
Destinazione d’uso: Rappresentanza diplomatica e consolare
Tipo di intervento: Ristrutturazione
Localizzazione: Via Michele Mercati
Fotografie: Claudio Catucci

Committente: Bross Srl
Costruttore: Gruppo Maltauro
Collaboratori: G. Angelosante, V. Armetta, R. Bianchi, S. Ferrante,
C. Fronzi, M. Frosi, G. Galletti, G. Grella, S. Iaboni, L. Langella, E. Pulvirenti
Superficie costruita: 11.900 m²
Data di completamento: 2011
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Rigenerazione urbana
Localizzazione: Via di Casalbertone
Fotografie: Yuliya Galycheva, courtesy Studio Transit
di Massimo Locci

La storia di questa casa nella campagna romana è del tutto singolare. Il committente Nicola De Risi, segretario dell’IN/Arch fin dalla fondazione (nel 1997), per celebrare il suo pensionamento dall’istituto, decide di promuovere a sue spese un concorso internazionale con un tema del tutto inedito: “Nuovi modi di abitare la campagna”. Si chiede un progetto innovativo ma concreto, che rispetti tutte le normative urbanistiche ed edilizie vigenti.
Leggi tutto...
L’ampia trasformazione urbana milanese di Porta Nuova ha innescato una serie di operazioni minori, diffuse nei quartieri circostanti. Nel dedalo di strade intorno a Porta Garibaldi e Porta Nuova, la continuità delle cortine edilizie dell’isolato ottocentesco include e ingloba anche interventi più contemporanei, dove la città di oggi rinnova e sostituisce parti di quella di ieri, senza sovvertirne le regole ma rispettandole e innovandole.
Leggi tutto...
Girando per la città di giorno, i fronti urbani delle strade ci restituiscono esclusivamente l’immagine pubblica del vivere e dell’abitare. Soltanto all’imbrunire, quando le luci delle case si accendono, le finestre illuminate diventano interfaccia pubblica della vita intima e privata nascosta dietro alle facciate.
Space4Architecture, per la residenza urbana sulla 78esima strada a New York, sembra costruire il progetto a partire dalle relazioni tra interno ed esterno, tra dimensione pubblica urbana e quella intima e privata dell’abitazione. Il progetto concepito risponde all’esigenza della famiglia committente di conciliare l’abitudine ad abitare in un loft con il trasferimento all’interno di un edifico residenziale newyorkese distribuito su più piani e con vincoli urbani, strutturali e distributivi maggiori: il concetto di apertura e flessibilità tipico dei loft guida e orienta la ristrutturazione di una tradizionale palazzina residenziale dell’Upper East Side a New York.
Leggi tutto...

Il lavoro condotto sui progetti di Terragni per Roma, promosso e finanziato dalla Casa dell’Architettura di Roma, presso la quale è stato esposto da maggio a dicembre 2015 per poi rendersi itinerante (in ragione della struttura video e digitale del suo impianto), si offre a molteplici letture a seconda del differente punto di vista dal quale l’esito di questa corposa attività di ricerca viene osservata e analizzata. Letture che assumono, di conseguenza, diversi significati; tuttavia, tutte queste possibili chiavi di lettura sono figlie di un approccio di base che pone come riferimento la categoria dell’interpretazione. Il primo dei significati possibili è legato all’impegno finalizzato

Leggi tutto...

Binacci Arredamenti, fondata a Roma nel 1948, associa alle sue lontane radici - sinonimo di consolidata esperienza, elevato bagaglio professionale e affidabilità - l’impronta moderna e innovativa data dal Cav. Giuseppe Binacci, figlio del fondatore Alfredo e oggi alla guida del marchio. L’azienda offre una selezione di marchi di alta qualità nel panorama del design italiano e mette al servizio del cliente tutta la formazione e preparazione del suo staff di architetti e arredatori, presente nei suoi cinque showroom. Binacci Arredamenti assicura competenza nella progettazione, affidabilità e qualità, con proposte d’arredo “sartoriali”, calibrate sulle esigenze del singolo committente non solo a livello estetico,

Leggi tutto...

Nata nel 1936, specializzandosi nel settore delle forniture e delle pose in opera dei materiali, l’azienda 175A DEANGELIS ha consolidato nel tempo la propria presenza sul mercato, ampliando in maniera costante sia il proprio raggio d’azione sul territorio romano, sia la gamma di prodotti in vendita.

Leggi tutto...

Attiva sul territorio capitolino dal 1962, Baltera conta oggi su tre showroom per la vendita e la posa di porte, finestre, verande e qualsiasi tipo di serramento. L’azienda rivolge la propria attività sia verso il privato, sia verso il mondo della progettazione. Baltera fa della posa un aspetto determinante nell’intervento, considerandola la propria “firma” e certificandola secondo le indicazioni dell’istituto tedesco ift Rosenheim. L’azienda, consapevole di quanto il mercato sia prevalentemente incentrato sulla ristrutturazione,

Leggi tutto...

Nel cuore di Roma, in prossimità di Piazza San Pietro, la Serramenti Dinamici si pone come azienda di riferimento nel mercato dei serramenti, sia per l’utente privato sia per il professionista. Questo perché conta sul proprio punto rivendita capitolino, ma anche su un sito di produzione a Rieti, che abbina all’area di fabbricazione di 1.000 mq uno spazio espositivo di 350 mq. Questa “duplice veste” le consente infatti di rispondere alle più diverse esigenze della clientela con soluzioni altamente

Leggi tutto...

Presente sul territorio romano dal 1973, la Galli Innocenti vanta oltre quarant’anni di esperienza nei settori di ceramiche, rivestimenti, termoidraulica, arredo bagno, wellness e climatizzazione. Attualmente l’azienda ha rinnovato due dei tre showroom situati a Roma

Leggi tutto...

Fra gli aspetti emblematici dell’architettura e della città contemporanea è la complessità. Non a caso, dunque, anche la nostra attività professionale ne ha raggiunto livelli impensabili fino a solo qualche decennio fa (peraltro, difficilmente simulabili all’interno delle scuole di architettura). Come abbiamo avuto più volte modo di osservare, anche dalle pagine di questa rivista, il progetto contemporaneo è frutto di un lavoro interdisciplinare articolato, portato avanti da gruppi dalle competenze miste di carattere tecnico-manageriali, spesso purtroppo asserviti alla burocrazia, alla politica e ai poteri economici. Tali gruppi includono progettisti diversi, strutturisti, impiantisti,

Leggi tutto...

Oggi economia e società richiedono con forza un nuovo approccio al progetto del territorio, della città e degli edifici: un approccio capace di prospettare nuovi stili di vita più corretti dal punto di vista ecologico e attenti alla conservazione delle risorse di un pianeta ormai al collasso. Ci troviamo, di fatto, agli esordi di un’auspicata trasformazione dei modelli di sviluppo urbano che basa sul concetto di rete (energetica, sociale, informativa e informatica) la sua evoluzione. Il dibattitto internazionale ragiona sulle potenzialità offerte dall’integrazione di fonti di produzione energetica diffusa e rinnovabile - ad esempio attraverso la realizzazione di numerosi

Leggi tutto...

Il rapporto tra mobilità e nuove tecnologie è una delle sfide più impegnative nell’attuale sistema di viabilità nelle città. La congestione permanente nelle nostre aree urbane è ormai una seria minaccia per la qualità della vita e il tempo perso a causa del traffico costa ogni anno in Italia oltre 40 miliardi di euro. Inoltre si stima che gli italiani spendano una media di quasi 500 ore l’anno in auto per muoversi in città. Problemi che in parte potrebbero essere risolti grazie a un utilizzo

Leggi tutto...

«Quanto sta accadendo a livello urbano è simile a ciò che è accaduto vent’anni fa nella Formula Uno. Fino ad allora il successo su un circuito era attribuito principalmente alla meccanica dell’auto e alle capacità del pilota. Poi si è sviluppata la telemetria. L’auto è stata trasformata in un computer monitorato in tempo reale da migliaia di sensori, diventando “intelligente” e più flessibile nel rispondere alle condizioni di gara». Parola di Carlo Ratti, ingegnere, architetto e direttore del MIT Senseable City Lab di Boston,

Leggi tutto...

Lusail è una delle città emergenti del Golfo, frammento del massiccio sviluppo urbano di Doha, è il luogo dove l’ICT e le nuove tecnologie applicate alla sostenibilità sembrano trovare un terreno estremamente fertile: una vera città del futuro. Nonostante lo scetticismo e il percorso di sviluppo poco sostenibile intrapreso dal resto della regione, la città di Lusail sembra essere una brillante eccezione: si prevede che, a pieno regime, sarà la più grande città al mondo in

Leggi tutto...

Tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta, numerose città europee tra cui Malmö, Copenaghen, Helsinki, Friburgo, Amsterdam, hanno orientato parte della loro pianificazione urbana ai quartieri ecosostenibili o eco-quartieri. La dismissione industriale degli anni Ottanta, da una parte ha svuotato numerosi e ampi spazi all’interno delle città, dall’altra ha evidenziato il bisogno di un nuovo modello di sviluppo economico, sociale e ambientale cui riferirsi. I quartieri Bo01 di Malmö,

Leggi tutto...

Al di là della loro temporaneità, Olimpiadi, esposizioni universali e altri grandi eventi rappresentano un catalizzatore di investimenti e trasformazioni per la città ospitante, individuando o rafforzando nuove traiettorie di sviluppo. Pur avendo gli eventi una durata limitata, le implicazioni ad essi legate coinvolgono un tempo molto più ampio, sia nella fase di preparazione sia, soprattutto, negli effetti a lungo termine. La legacy, ovvero l’eredità materiale e immateriale che si deposita sul territorio,

Leggi tutto...

Immaginare e definire una città intelligente non è mai banale. In generale, si fa riferimento a elevati standard di qualità della vita, espressione olistica che presuppone un alto grado di sostenibilità, sicurezza e vivibilità. Si tratta dunque di uno spazio urbano dove ci si muove in maniera più agevole e ragionata - risparmiando tempo e non danneggiando l’ambiente - e dove le risorse vengono ottimizzate e messe a disposizione di tutti anche attraverso un’attenta gestione, digitalizzazione e condivisione delle informazioni. 

Leggi tutto...

Da Capannori a Copenaghen e Berlino, da Milano a Saracena e Aci Bonaccorsi, il tema dei rifiuti è centrale e imprescindibile nelle agende delle Amministrazioni locali e di quelle nazionali e comunitarie. Negli ultimi anni, i territori dell’Unione Europea hanno visto consolidarsi e accentuarsi una tendenza alla riduzione della produzione totale e pro-capite dei rifiuti urbani, probabilmente anche a causa della crisi economica internazionale. I dati Eurostat del triennio 2010-2012 fotografano una

Leggi tutto...

L’avvento delle smart cities

Nel nostro continente tre quarti della popolazione vive in centri urbani o in prossimità di essi, che consumano il 70% dell’energia prodotta. La complessità crescente delle reti urbane e la loro intensa e sempre maggiore interconnessione ha stimolato la nascita di approcci maggiormente sistemici al tessuto urbano (smart cities). In questa evoluzione, l’approccio convenzionale all’efficienza energetica basato sulla sostituzione di componenti manifesta saturazione e limiti e la Commissione Europea sta spingendo per l’adozione di modelli più sistemici, come emerge chiaramente dalla struttura del programma Horizon 2020. 

Leggi tutto...

In uno dei suoi ultimi libri “Transport for Suburbia: Beyond the Automobile Age”, l’australiano Paul Mees, esperto di mobilità sostenibile, faceva notare come chiunque si muova utilizzando il trasporto pubblico sia inevitabilmente, a un certo punto durante il suo percorso, anche un pedone. A ben guardare, nell’arco della giornata, a tutti immancabilmente capita di essere un pedone. Anche se solo per un minuto. Anche se solo per un breve tratto di strada. Questa semplice e incontestabile verità è stata trascurata per

Leggi tutto...

Fare raffronti a tutta scala, dentro e fuori dall’Italia, per riflettere e approfondire il tema delle reti, nelle sue diverse sfaccettature. Questo per ampliare il discorso e gli orizzonti, capire cosa succede fuori da Roma e concentrarsi su come le altre città abbiano approcciato e affrontato l’argomento. 

Leggi tutto...

Fra febbraio e maggio 2015 Roma Capitale - Assessorato alla Trasformazione Urbana - Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica, Risorse per Roma S.p.A. - Ufficio di Scopo per l’Agenda Urbana di Roma Capitale, Roma Capitale - Agenzia per la Mobilità, Municipio Roma XII, ENEA - Unità tecnica tecnologie avanzate per l’energia e l’industria, Laboratorio Labgov della Luiss e Seci Real Estate hanno formato un gruppo di lavoro multidisciplinare per partecipare

Leggi tutto...

Guidonia Montecelio è un comune di 88.435 abitanti appartenente alla Città metropolitana di Roma Capitale, 22 km a nord est di Roma. È il terzo comune più popoloso del Lazio e il secondo non capoluogo di provincia più abitato d’Italia. Il suo territorio, esteso per oltre 80 kmq, è il risultato dell’accorpamento,

Leggi tutto...

Una nuova “idea” di città - un nuovo corpus di valori, principi, strategie, soluzioni spaziali - che dalla fine del secolo scorso si è affermata, fino a diventare dominante, nel panorama europeo

La fine del secolo scorso rappresenta in Europa un punto di svolta nell’urbanistica. Come negli anni Settanta l’urbanistica Moderna era uscita silenziosamente, quasi di soppiatto, dalla scena urbana dove era entrata in modo spettacolare e con gran clamore negli anni Trenta legandosi indissolubilmente alle idee di razionalità e di progresso, così, senza quasi che ce ne accorgessimo, le varie “urbanistiche” postmoderne che si sono avvicendate nei venticinque anni successivi in nome dell’ironia, del capriccio, della logica del frammento, alla fine del secolo cedono il passo a una nuova “idea” di città: a un nuovo sistema di valori, principi, strategie, che legano in un

Leggi tutto...

Annunciato da Papa Francesco a sorpresa il 13 marzo 2015, il Giubileo della Misericordia - che inizierà il prossimo 8 dicembre - giunge in un momento estremamente delicato della storia politica e amministrativa della capitale, e si trasforma in un importante banco di prova per la città, che si è trovata a dover organizzare e gestire un evento di portata globale in un lasso di tempo estremamente ristretto, con limitate risorse finanziarie, sotto lo spettro degli strascichi legati allo scandalo di Mafia Capitale,

Leggi tutto...

Il 13 agosto di quest’anno, secondo il Global Footprint Network si è verificato l’overshot day, cioè il giorno nel quale la popolazione mondiale ha consumato per intero tutto il cibo disponibile per il 2015. Rispetto all’anno scorso, l’evento è stato anticipato di una settimana, mentre 15 anni fa si verificava agli inizi di ottobre. Rispetto all’inizio degli anni ’70, quando esisteva un sostanziale equilibrio tra il consumo delle risorse e la capacità di produzione, avremmo bisogno di una Terra grande almeno il 60% in più.

Leggi tutto...

Gestione, manutenzione e sviluppo delle infrastrutture urbane

Il funzionamento delle infrastrutture urbane a rete dei servizi per la gestione delle risorse idriche ed energetiche e dello smaltimento dei rifiuti sono una precondizione che permette a tutti gli altri servizi e a tutte le altre attività cittadine, pubbliche e private, di operare senza intoppi. La loro gestione dipende non soltanto da una corretta organizzazione delle attività quotidiane, ma anche da una continua attività di manutenzione e sviluppo delle infrastrutture stesse.

Leggi tutto...

Il progetto, vincitore del concorso internazionale indetto nel 2009 dalla Fondazione Elisabeth e Helmut Uhl, individua tracce di riferimento ai luoghi, la loro cultura espressa in cura dei materiali e rispetto dei valori paesaggistici, e identità innovative, nell’uso di tecnologie contemporanee e nella struttura architettonica del complesso. 

Leggi tutto...

Una villa unifamiliare su pendici collinari in Basilicata, situandosi in un versante del rilievo orientato a nord-est: l’assunto di progetto è fondativo, nell’introdurre il declivio del terreno per ospitare lo sviluppo orizzontale della residenza, lineare in senso longitudinale, in modo da inserire con una relazione immediata e piena l’edificio nel contesto naturale. Il volume dell’edificio viene assorbito dal declivio e con la copertura a tetto erboso, pur punteggiato di lucernari,

Leggi tutto...

Il progetto interseca molteplici temi, architettonici ed urbani, in relazione ad un insieme edilizio di grandi dimensioni adiacente alla Stazione Termini: il complesso è formato da un compatto nucleo originario risalente al tardo Ottocento, con successivi ampliamenti nel Novecento. Elaborazioni articolate, nel rispondere al programma d’insediamento che prevede quattro direzioni del Ministero degli Interni e la sede per la Banda della Polizia di Stato: predisporre gli spazi di lavoro, in una griglia di esigenze e gerarchie nella configurazione per ambienti ed arredi, in un intervento che esprime l’idea di un ruolo pubblico per il complesso di edifici. Si intersecano riflessioni sulla struttura del rapporto fra architettura

Leggi tutto...

Trasformare in “albergo di lusso” un palazzo romano dalle originarie funzioni amministrative, costruito all’inizio del XX secolo e situato nei pressi delle antiche Terme di Diocleziano, in fronte alla Stazione Termini. Il riferimento all’architettura magniloquente dell’edificio, tipica dell’epoca, induce a considerare necessaria la conservazione per gli esterni - di tono architettonico storicista - per il valore di simbolo nella sua caratterizzazione monumentale, mentre per gli interni alla conservazione di taluni ambienti,

Leggi tutto...

Nel 2005 il Comune di Roma ha indetto il concorso internazionale di architettura “Tre nuove scuole a Roma” per il progetto di tre nuovi complessi scolastici in quartieri periferici allora in via di costruzione e in crescita. La promozione di un progetto di architettura contemporanea per un servizio pubblico in un quartiere della periferia romana voleva essere veicolo di riscatto sociale e una prima positiva lezione di qualità e vita urbana per gli studenti che avrebbero abitato quegli spazi. 

Leggi tutto...
Progettista: Maurizio Costanzi
Committente: Privato
Costruttore: Alberto Capomagi, Limes Metalli
Superficie costruita: 59 m² 
Data di completamento: 2012
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Ristrutturazione, Interior design
Localizzazione: Via delle Robinie
Fotografie: Courtesy Maurizio Costanzi
Progettista: bianchivenetoarchitetti
Committente: Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, Città del Vaticano
Costruttore: Soved Srl 
Superficie costruita: 150 m² 
Data di completamento: 2011
Destinazione d’uso: Monumento storico
Tipo di intervento: Riqualificazione 
Localizzazione: Via Luigi Luzzatti 2B
Fotografie: Moreno Maggi, courtesy bianchivenetoarchitetti
Progettista: Valerio Biagiola 
Committente: C.R.S. - Cooperativa Roma Solidarietà, Caritas di Roma
Costruttore: G.E.R. Srl, Ser.Fal. Srl
Superficie costruita: 300 m²
Data di completamento: 2014
Destinazione d’uso: Centro socio-assistenziale
Tipo di intervento: Demolizione e ricostruzione
Localizzazione: Parco di Villa Glori
Fotografie: Courtesy Valerio Biagiola

Progettista: Andrea Giunti, Marta Del Campo e Alessandra Scalone
Committente: Società Cooperative Edilizie Delle Statue e Bel Poggio
Costruttore: I.C.E.V. Srl
Superficie costruita: 1.800 m² per palazzina (3.600 m² totali)
Data di completamento: 2009 
Destinazione d’uso: Edilizia sociale convenzionata a fini residenziali
Tipo di intervento: Nuova realizzazione
Localizzazione: Via Raffaello Liberti (oggi Via Cardinale Luigi Traglia)
Fotografie: Davide Virdis, courtesy of Andrea Giunti, Marta Del Campo e Alessandra Scalone 

 

Si è recentemente conclusa a Roma, con il convegno “Paesaggio Italiano 3.0: Cultura, Ambiente, Economia”, la mostra itinerante “LAND25+1 Omaggio al Paesaggio Italiano”, presso la Casa dell’Architettura, organizzata dal gruppo di professionisti LAND - Landscape Architecture Nature Development, che opera nel campo dell’architettura del paesaggio, per celebrare 25 anni di lavoro e ricerca. Dopo le edizioni di Milano, Venezia, Torino e Mosca l’esposizione è approdata a Roma, nella prestigiosa sede della Casa dell’Architettura, con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, del Ministero dell’Ambiente, di ANCI, ANCE, Roma Capitale e Ordine degli Architetti di Roma.

Leggi tutto...

Forte di un’esperienza di oltre 25 anni nel settore dei serramenti, ALLART è oggi un’azienda che abbina una costante ricerca per l’innovazione a un know-how figlio di una tradizione artigianale. Le garanzie tecniche, comprovate dalla certificazione di qualità ISO 9001 ottenuta nel 2007, si accompagnano all’attenzione con cui il cliente viene supportato sia nelle fasi di pre e post vendita, grazie al servizio di customer care, sia per eventuali interventi successivi all’installazione, con il servizio di assistenza tecnica.

Leggi tutto...

Gli arredamenti Corridi raccontano una filosofia progettuale fondata sulla precisa volontà di fornire un prodotto di elevata qualità, che assicuri il benessere dell’utente e la tutela ambientale. Gli alti standard del marchio sono il riflesso di un bagaglio di esperienza pluridecennale, una radicata presenza sul territorio capitolino e un solido rapporto di consulenza con designer, istituti di ricerca e centri di collaudo. L’azienda, certificata con sistema di qualità UNI EN ISO 9001:2000,

Leggi tutto...

Da oltre trent’anni, l’Arredatheta si dedica alla progettazione e alla realizzazione chiavi in mano di arredamenti, vantando una comprovata esperienza in particolare nel settore hotellerie.Le capacità, le competenze e la cura con cui viene portato a termine ogni progetto sono parte del modus operandi dell’azienda, capace di distinguersi non solo per la qualità dei prodotti, ma anche per competitività di mercato, tempestività e spiccata sensibilità nell’ascoltare le esigenze della clientela. 

Leggi tutto...

Domus Marmi, venditore diretto di travertino romano, rivestimenti naturali, ceramici, ricomposti, parquet e laminati, ha recentemente inaugurato il suo nuovo showroom, una esposizione curata e razionale dove clienti, rivenditori e progettisti vengono guidati nella scelta dei materiali in grado di rispondere al meglio alle loro richieste. All’interno dello showroom, una sezione interamente dedicata alle superfici sinterizzate Neolith by TheSIZE offre la possibilità

Leggi tutto...

Nata nel 1898 come laboratorio artigiano di ebanisteria, l’azienda Giorgetti ha inaugurato nel 2014 il proprio spazio monobrand, Giorgetti Studio, a poca distanza dal quartiere Parioli. Un ambiente raccolto e ricercato, ideale per ospitare le collezioni; uno spazio esperienzale dove clienti, architetti e appassionati del brand possono toccare con mano lo stile dell’azienda, specializzata in soluzioni domestiche dall’identità elegante e raffinata.

Leggi tutto...

Sul litorale del comune di Vasto, di fronte a uno dei tratti di mare più suggestivi del litorale abruzzese, è stato recentemente inaugurato il villaggio turistico “Baia Delphis”. L’intero complesso è immerso nel verde e si integra nel paesaggio con le residenze distribuite su terrazzamenti digradanti verso il mare, sostenuti da muri in pietra locale e collegati da percorsi pedonali. L’architettura si connota per l’utilizzo di materiali naturali quali legno, gesso e calce,

Leggi tutto...

Il recupero del patrimonio architettonico e urbano della nostra città costituisce un tema prioritario per l’Ordine degli architetti di Roma. Si tratta di un ambito sul quale le aspettative di progettisti, investitori, costruttori, amministratori e cittadini sono comprensibilmente alte e sul quale il nostro impegno e la nostra attenzione devono essere massimi. Dal punto di

Leggi tutto...

Questo secondo numero di AR si propone di riunire punti di vista, esperienze in corso e realizzate, progetti urbani e architettonici su di un tema comune che riteniamo rilevante tanto sul piano culturale, politico e sociale, quanto sul piano operativo della prassi del fare architettura: il tema del recupero delle aree urbane e dei manufatti architettonici. Sostenuto dalla recente attenzione alla Legge sul consumo di suolo, in fase di approvazione, che riconnette il mantenimento del patrimonio naturale alla necessaria promozione di operazioni di rigenerazione urbana,

Leggi tutto...

Censire Roma e la sua area urbana e definirne lo stato dell’arte rispetto al tema del recupero. Un’operazione complessa per via della natura eterogenea dei luoghi e delle aree in oggetto, ma al tempo stesso fondamentale per ricavare un quadro generale della situazione in essere e delle sue potenzialità. Aree che rappresentano cesure e ferite aperte nel territorio, ma che possono e devono diventare in primis un volano di crescita e rinascita dal punto di vista urbano, economico e sociale. Presupposti necessari la volontà e la capacità di progettare avendo in mente la città nel suo profilo tanto sfaccettato quanto unitario, le necessità della sua popolazione e le possibili vocazioni di questi frammenti di spazio urbano.

Leggi tutto...

Valorizzare il patrimonio pubblico in un contesto economico e sociale in cui è indispensabile focalizzare l’attenzione su tutte le opportunità di rilancio del mercato e di tutela delle fasce deboli. È l’obiettivo dello Sblocca Italia, il decreto legge attraverso cui il governo ha introdotto misure urgenti per la valorizzazione dei beni pubblici inutilizzati, in aggiunta alle disposizioni degli anni scorsi per la vendita dei patrimoni.

Leggi tutto...

Riportiamo di seguito il testo corretto dell'intervista, a sostituzione di quello pubblicato erroneamente nella versione cartacea.

Una mappa per censire le proprietà dell’amministrazione capitolina. In nome della trasparenza e al fine di valorizzare il patrimonio stesso. È la Carta della Città Pubblica, una mappa completa e dettagliata delle proprietà del Demanio, di Roma Capitale, della Regione Lazio, della Provincia, dell’Agenzia Nazionale Beni Confiscati e Sequestrati, dell’Inail cui vanno aggiunti i beni di ATER e di tutti gli altri enti e soggetti pubblici titolari di immobili, che siano terreni o edifici.

Leggi tutto...

Progettata dall’architetto Luigi Moretti nel 1934 come Casa del Balilla sperimentale, ma nota a tutti a Roma come la Casa della Scherma, è diventata, suo malgrado, l’emblema dell’incapacità di recuperare il moderno. Anche per la trasformazione, negli anni Ottanta, tra mille polemiche, in un’aula bunker del tribunale di Roma con gravi manomissioni interne, da allora è in stato di semi-abbandono. Ora di proprietà del CONI si è in attesa che torni a nuova vita.

Leggi tutto...

«Riqualificazione urbana e risparmio energetico sono una parte importante della sfida di modernizzazione che il Paese è chiamato a vincere, è una sfida che mette in gioco il nostro ruolo nel contesto delle economie avanzate, ed è una sfida che non può che essere giocata integrando le risorse che il mercato, nelle sue componenti private e pubbliche, nazionali ed europee, mette a disposizione. è una visione strategica nella quale il partenariato pubblico e privato è la chiave di volta».

Leggi tutto...

Prima un complesso per la mattazione, poi un possibile incubatore di attività, Oggi uno spazio pubblico parcellizzato con problemi di gestione.
Il Mattatoio di Testaccio non è un mero esempio di riqualificazione urbana, il Mattatoio di Testaccio è un’entità a sé stante nel patrimonio pubblico romano, vestigia d’architettura industriale e preziosa risorsa, la cui conversione e gestione sono state (e sono tuttora) oggetto di dibattito e discussione.

Leggi tutto...

di Domenico D’Olimpio / * Call Tematica

La problematica della rigenerazione urbana assume differenti connotazioni e crescenti livelli di complessità in rapporto alle specificità, soprattutto localizzative, dell’area in questione all’interno del contesto urbano in oggetto. Tali operazioni risultano particolarmente complesse in rapporto agli ambiti urbani propri della “città storica” e della “città consolidata”, soprattutto se dall’elevata densità insediativa.

Leggi tutto...

Cronografia del progetto storico per l’edificio della Camera dei Deputati e considerazioni sul prossimo concorso
Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Roma, recentemente insediato, si è proposto fin dall’inizio della propria attività di riportare al centro del dibattito culturale internazionale il “Fare Architettura” nella nostra città. I lunghi e faticosi anni che hanno contrassegnato il grande sforzo relativo al processo del percorso di formazione del Nuovo Piano Regolatore hanno finito, inevitabilmente, con lo spostare l’attenzione collettiva sui diritti edificatori e compensazioni, più in generale sui termini economici che regolano interessi pubblici e privati rimandando la costruzione degli spazi pubblici a una pianificazione di secondo livello e relegando il tema della qualità architettonica alla realizzazione iconica di oggetti “feticcio” affidati al sistema delle archistar.

Leggi tutto...
Il Serpentone, tra memorie, riflessioni e propositi per il prossimo concorso, confrontato con gli esempi di edilizia residenziale pubblica a Genova e Trieste.

di Paola Rossi
“Il progetto rientra nelle ricerche per una nuova dimensione dell’habitat, che si ponga come radicale alternativa alla dispersione dell’attuale periferia, al ruolo subalterno a livello di uso e di immagine che riveste nei confronti del centro urbano, alla disaggregazione tra residenze e servizi e al declassamento sociale che la caratterizzano” (dalla Relazione al Corviale di Mario Fiorentino, 1972).

Leggi tutto...

Prendere una città come riferimento, identificare un altro scenario urbano simile e operare un raffronto oggettivo a 360 gradi sono già di per sé operazioni complesse o addirittura inattuabili a causa delle divergenze di contesto e delle innumerevoli sfaccettature (morfologiche, storiche, economiche, socio-culturali ecc.). Le difficoltà tuttavia aumentano se la città di riferimento è Roma che, come già più volte ribadito, racchiude in sé una complessità raramente riscontrabile in altre realtà italiane ed europee. Basti pensare al suo patrimonio culturale, incommensurabile per qualità e quantità:

Leggi tutto...

Il Programma Unitario di Valorizzazione Territoriale e i patrimoni immobiliari interessati
di Agenzia del Demanio
Direzione Centrale Strategie, Progetti di Valorizzazione e Partecipazioni

Il Programma Unitario di Valorizzazione Territoriale bolognese nasce dalla volontà di avviare una collaborazione istituzionale pubblico-pubblico per attivare un processo unico di valorizzazione dei patrimoni immobiliari pubblici, ex militari ed ex ferroviari, presenti sul territorio comunale. I compendi interessati dal PUVaT sono 18 e occupano un’area urbana pari a circa 1 milione di mq, quasi un quarto della superficie del centro storico bolognese, con un valore stimato di oltre 300 milioni di euro. 

Leggi tutto...

Rigenerazione urbana diffusa: il caso di Aurora - Rossini

Dalla seconda metà dell’Ottocento fino agli anni Ottanta del Novecento, l’industria ha strutturato, da un punto di vista economico, sociale e spaziale le città europee. A Torino più che altrove, ha lasciato sul territorio un’eredità importante influenzando la morfologia e il carattere delle differenti parti di città in cui si è insediata. 

Leggi tutto...

Sette casi di infill architettonico tra Italia ed Europa

L’intervento sulla città contemporanea si confronta oggi con una duplice problematica: da una parte la necessità di limitare il consumo di risorse sia fisiche, in termini di suolo, sia economiche, in un periodo di crisi prolungata; dall’altra, l’urgenza di recuperare e rigenerare ampie parti di città ereditate dal passato.

La concomitanza di queste criticità incoraggia l’emergere di nuove opportunità e strategie di azione: la densificazione e la riqualificazione di alcune aree della città esistente permettono una crescita urbana senza il consumo di nuovo suolo, piccoli interventi diffusi e mirati possono risultare più efficaci di ampi e ingenti programmi di sviluppo urbano. 

Leggi tutto...

Il recupero e la trasformazione dell’edificio in via Urbana 152 a Roma, per una destinazione d’uso residenziale ad alto livello qualitativo, comporta operazioni preliminari d’indagine archeologica e l’assunzione di conoscenze: la centralità e la storicità della zona, nei pressi di Santa Maria Maggiore, si riscontrano nel ritrovamento di vestigia dell’età imperiale romana (residui di murature di un’insula databile fra il II e il III secolo d. C.), e di reperti (stampi in gesso, vasi in biscuit...) provenienti dal deposito-laboratorio dell’incisore Giovanni Trevisan detto il Volpato,

Leggi tutto...

Progetto di allestimento per ristoranti, nell’identificare la riconoscibilità internazionale di un marchio e della qualità italiana nel cibo, in luoghi e contesti differenti: Obicà è un sistema di relazioni e di componenti, di materiali tipizzanti, di capacità espositive per presentare nei luoghi di ristorazione il prodotto “cibo italiano”, in particolare la mozzarella di bufala, nei suoi singoli elementi

Leggi tutto...

Il progetto di ristrutturazione e riconfigurazione del Palazzo ex Unione Militare, all’angolo fra via del Corso e via Tomacelli, assume una rilevanza paradigmatica. Metodologia e tecnica si uniscono nel definire valutazioni complesse ed articolate. Introdurre coerenze progettuali ed operative in un sistema compositivo che riconosce valori interconnessi fra conservazione delle facciate perimetrali, demolizione delle strutture interne e ricostruzione di un nuovo assetto architettonico e strutturale, in cui risalta l’impiego di travi e pilastri in acciaio. Programmare indagini archeologiche,

Leggi tutto...

Il Padiglione Italia costituisce un nucleo architettonico di riferimento, all’interno del tessuto dei padiglioni nazionali di Expo 2015, assemblando un insieme che si compone del Palazzo Italia e degli edifici espositivi temporanei correlati. Al limite nord del Cardo, l’asse fondamentale nord-sud che con il Decumano (l’asse est-ovest) forma la struttura ortogonale di regolazione urbana nell’area dell’Expo 2015, l’architettura di Palazzo Italia unisce caratteri simbolici a tensioni sperimentali. 

Leggi tutto...

di Federico De Matteis

La mostra XDGA_160_EXPO propone una visione singolare, anche se non radicale, di ciò che può significare oggi fare architettura. Gli oggetti in mostra sono 22: di questi, tre realizzati, tre in corso di costruzione, due sono studi di carattere teorico, i rimanenti 14 sono concorsi non vinti o che, sebbene vittoriosi, non hanno avuto un seguito. L’arco temporale coperto va dal 2000 al 2013. Ogni progetto, come anche la stessa esposizione e il libro che la accompagna, viene titolato con un numero a tre cifre che rappresenta la posizione dei relativi dati

Leggi tutto...

L’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia e l’Ordine degli Architetti della Provincia di Roma hanno assegnato il Piranesi Prix de Rome 2015, riconoscimento all’alta cultura classica in architettura, giunto alla quinta edizione, all’architetto svizzero Bernard Tschumi.

Bernard Tschumi è uno dei più importanti architetti del panorama internazionale e figura di rilievo nel percorso storico dell’architettura contemporanea. La sua opera di intellettuale-architetto è sempre stata connotata dalla doppia vocazione letteraria e progettuale. Come altre personalità che hanno dominato il dibattito architettonico dell’ultimo quarto di millennio, tra cui Peter Eisenman e Aldo Rossi,

Leggi tutto...

di Virginia Rossini, Alessandra Montenero, Giancarlo Goretti, Gianfranco Carrara, Paolo Marongiu

Il territorio italiano rappresenta il paesaggio con la più alta densità di beni culturali al mondo. Pertanto, dovrebbe essere considerato, tutelato e conservato nel pieno rispetto della sua storia, coniugandola alle esigenze della vita contemporanea, grazie a una sapiente pianificazione e progettazione. Viceversa, spesso si rilevano evidenti segni stridenti che producono dissonanze sgradevoli in questo paesaggio così pregevole quali, ad esempio, condizionatori, canalizzazioni di impianti, ecc. Uno degli aspetti più rilevanti da risolvere ai fini della tutela del territorio e del paesaggio italiano risulta quindi essere la problematica

Leggi tutto...

Il 9 e 10 maggio torna con la sua quarta edizione Open House Roma, la manifestazione parte di un network internazionale che ad oggi coinvolge 28 città nel mondo e che aprirà nuovamente, in un solo weekend, le porte dell’architettura più rappresentativa della Capitale, in modo totalmente gratuito.
L’edizione del 2014, con oltre 160 edifici aperti e 60 eventi speciali, ha visto la partecipazione di più di 50.000 visitatori e 70.000 sono previsti per la nuova edizione. 

Leggi tutto...

Il film di Sorrentino preso a spunto per il tema del primo numero della nuova AR - casualmente il numero 111, quasi a segnare un nuovo inizio - propone l’immagine di una città meravigliosa ma decadente, regalata ai turisti e ignorata dai romani, nelle cui stratificazioni rivivono più di 2000 anni di storia.

Leggi tutto...
Il n° 111 di AR arriva oggi agli iscritti all’Ordine degli Architetti di Roma in una veste editoriale completamente rinnovata. Il nostro Consiglio ha infatti voluto rilanciare l’immagine e soprattutto i contenuti della
Leggi tutto...

La storia urbana di Roma e la sua archeologia sono un tema stratificato, inafferrabile e contraddittorio. La città capitolina è un polo turistico di punta, ricco di reperti unici e vestigia del passato. Ma come ci si relaziona quotidianamente, anche nell’attività

Leggi tutto...
Con i suoi 800 kmq non edificati su una superficie urbana di 1.290, la città di Roma possiede il più grande compendio di aree libere d’Europa. Una elevata percentuale, circa 500 kmq,
Leggi tutto...
La mobilità è da lungo tempo uno dei problemi base della città di Roma, reso complesso da una crescita urbana non accompagnata da adeguate infrastrutture. Il PGTU
Leggi tutto...
Cosa significa spazio pubblico in una grande città come Roma? Quali sono le sue declinazioni? Quali le sue prospettive? La città contemporanea ci offre molti esempi
Leggi tutto...
Scuole e attrezzature sportive e sanitarie sono tre cardini della vita quotidiana del cittadino. Tre componenti dinamiche del tessuto urbano che si rapportano
Leggi tutto...
In una grande città come Roma la questione dell’abitare ha prevalentemente coinciso con il problema della casa come bene primario. Fra gli anni Sessanta e Ottanta
Leggi tutto...
Dopo decenni segnati da un ciclo economico sostanzialmente espansivo, che si è tradotto in una progressiva estensione dei territori urbanizzati, la situazione
Leggi tutto...
Al fine di prefigurare quella che sarà la città di domani, è necessario riflettere, oggi, sulla sua storica complessità, che va salvaguardata quale elemento
Leggi tutto...
Nel sentire comune la città di Roma tende a evocare le immagini del Colosseo e dei Fori Imperiali, delle meraviglie urbanistiche e dei reperti archeologici conosciuti
Leggi tutto...
Lavorare per l’ottimizzazione delle infrastrutture a rete cittadine, che gestiscono le risorse idriche energetiche e materiali, significa lavorare per la sostenibilità
Leggi tutto...
Tener alta l’attenzione sul ruolo dell’architetto e favorireoccasioni per approfondire temi legati al futuro dell’architettura, in Italia e nel mondo, sono due compiti
Leggi tutto...

Lo scorso 17 ottobre si è tenuta negli spazi della Casa dell’Architettura la lectio magistralis dell’architetto spagnolo Juan Navarro Baldeweg.

Leggi tutto...
Committente: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione MAXXI 
Costruttore: Consorzio MAXXI 2006, Italiana Costruzioni, S.A.C. Società Appalti Costruzioni
Superficie costruita: 28.000 m²
Data di completamento: 2009
Destinazione d’uso: Museo
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Guido Reni
Fotografie: Hélène Binet, courtesy Zaha Hadid Architects

Progettista: Luciano Cupelloni
Committente: Comune di Roma, Assessorato alle Politiche per le Periferie, per lo Sviluppo Locale, per il Lavoro
Costruttore: ICOR 80 Spa con Gentilsider Srl e Metalmontaggi Srl
Superficie costruita: 2.300 m²
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Emeroteca, mediateca, teatro+arena
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Piazzale Elsa Morante
Fotografie: face2face Studio Abbrescia Santinelli, courtesy Luciano Cupelloni 

Committente: Roma Capitale
Costruttore: Consta Spa
Data di completamento: 2011
Destinazione d’uso: Ponte pedonale sul fiume Tevere, con predisposizione per un futuro corridoio tramviario
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Lungotevere Flaminio - Piazza Gentile da Fabriano
Fotografie: Massimo Capasso, courtesy Kit Powell-Williams AADipl RIBA

Progettista: Blow Up Architetture, Noos Architetti
Committente: Consorzio Romanina - I.S.V.E.UR. Spa
Costruttore: 
A.T.I., Italiana Costruzioni Spa, I.LA.RA. Srl
Superficie costruita: 
2.410 m²
Data di completamento: 
2011
Destinazione d’uso: 
Centro sportivo, piscina e servizi
Tipo di intervento:
 Nuova costruzione
Localizzazione: 
Via Benigno di Tullio
Fotografie: 
Tommaso Avellino, courtesy Blow Up Architetture

Committente: Ghella Spa
Costruttore: Tecnoclima Group Srl (lotto A e B), Lanari Srl (ponte)
Superficie costruita: 5.000 m²
Data di completamento: 2012
Destinazione d’uso: Uffici
Tipo di intervento: Riqualificazione edilizia ed energetica
Localizzazione: Via Pietro Borsieri
Fotografie: Arianna Scaglione, courtesy RicciSpaini Architetti Associati

Progettista: Richard Meier & Partners Architects 
Committente: Comune di Roma
Superficie costruita: 4.250 m²
Data di completamento: 2006
Destinazione d’uso: Museo, reception, bookshop, biblioteca digitale, uffici, servizi, auditorium, caffetteria
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Lungotevere in Augusta
Fotografie: Roland Halbe

Progettista: Juan Navarro Baldeweg, Enrico Da Gai 
Committente: Max Planck Gesellschaft
Costruttore: Consorzio Cooperative Costruzioni - CDC Cooperative di Costruzioni 
Data di completamento: 2012 - Realizzazione della nuova biblioteca
2014 (in corso) - Restauro dei prospetti monumentali, Restauro del Villino Stroganoff (Enrico Da Gai)
Destinazione d’uso: Biblioteca
Tipo di intervento: Ristrutturazione e rifunzionalizzazione
Localizzazione: Via Gregoriana
Fotografie: Orante Paris, Stefano Cestra, courtesy Studio Da Gai

Progettista: Massimiliano e Doriana Fuksas
Costruttore: EV Spa - Costruzioni Edilizie Vendramin
Superficie costruita: 6.116 m²
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Edificio commerciale
Tipo di intervento: Ristrutturazione
Localizzazione: Angolo Via del Corso e Via Tomacelli
Fotografie: ORCH_chemollo, courtesy Massimiliano e Doriana Fuksas

Progettista: Paola Rossi e Massimo Fagioli
Committente: Privato
Costruttore: Collina Piccolomini Srl 
Superficie costruita: 1.556 m²
Data di completamento: 2005
Destinazione d’uso: Edificio residenziale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via di San Fabiano
Fotografie: Nico Marziali, courtesy Paola Rossi

Progettista: Open Project
Committente: CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa 
Costruttore: ATI Car + Giuliani
Superficie costruita: 5.374 m²
Data di completamento: 2014
Destinazione d’uso: Direzionale-Uffici
Tipo di intervento: Demolizione e ricostruzione
Localizzazione: Via Oreste Tommasini
Fotografie: Luca Capuano, courtesy Open Project

Progettista: Studio Odile Decq con Burkhard Morass
Committente: Comune di Roma
Costruttore: CCC - Consorzio Cooperative Costruzioni per CDC - Cooperativa di Costruzioni
Superficie costruita: 15.000 m²
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Museo
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Nizza, Via Reggio Emilia
Fotografie: Roland Halbe, courtesy Studio Odile Decq

Progettista: Studio Crachi
Committente: Comune di Roma (Sovrintendenza Comunale)
Costruttore: SAC SpaSuperficie costruita: 4.000 m²
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Teatro, spazi espositivi
Tipo di intervento: Restauro e recupero funzionale 
Localizzazione: Via Spallanzani, Via Nomentana
Fotografie: Courtesy Studio Crachi 

Progettista: ABDR Architetti Associati
Committente: Rete Ferroviaria Italiana Spa
Costruttore: Coopsette Soc. Coop. 
Superficie costruita: 32.000 m²
Data di completamento: 2011
Destinazione d’uso: Stazione ferroviaria e piazza urbana
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Circonvallazione Nomentana
Fotografie: Luigi Filetici, courtesy ABDR Architetti Associati

Progettista: Labics
Committente: Hines Italia Sgr Spa (Inpgi Hines Fund)
Costruttore: Parsitalia Srl
Superficie costruita: 11.800 m²
Data di completamento: In fase di realizzazione
Destinazione d’uso: Edificio polifunzionale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via della Lega Lombarda
Fotografie: Courtesy Labics

Progettista: SPSK Studio di Architettura e Ingegneria e Italprogetti
Committente: Edilgiove 2000 Srl
Costruttore: SAC Società Appalti e Costruzioni Spa
Superficie costruita: 5.970 m²
Data di completamento: 2008
Destinazione d’uso: Edificio universitario
Tipo di intervento: Recupero
Localizzazione: Via dei Volsci
Fotografie: Courtesy spsk Studio di Architettura e Ingegneria

Progettista: King Roselli Architetti
Committente: Pontificia Università Lateranense Rettore S.E. Mons. Rino Fisichella
Costruttore: C.P.C.- Technodir
Superficie costruita: 2.000 m²
Data di completamento: 2006
Destinazione d’uso: Biblioteca (archivio e sale lettura) 
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Piazza San Giovanni in Laterano
Fotografie: Santi Caleca, courtesy King Roselli Architetti

Progettista: Insula Architettura e Ingegneria 
Committente: Università degli Studi Roma Tre
Costruttore: Italiana Costruzioni 
Superficie costruita: 900 m²
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Complesso universitario
Tipo di intervento: Recupero
Localizzazione: Piazza Orazio Giustiniani
Fotografie: Stefano Cerio, courtesy Insula Architettura e Ingegneria

Progettista: Luciano Cupelloni
Committente: Accademia di Belle Arti di Roma - MIUR
Costruttore: Cosbe Srl
Superficie costruita: 1.860 m² nei padiglioni + 3.800 m² spazi esterni
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Edificio universitario
Tipo di intervento: Recupero
Localizzazione: Ex Mattatoio di Testaccio, Campo Boario
Fotografie: face2face Studio Abbrescia Santinelli, Courtesy Luciano Cupelloni

Progettista: Luciano Cupelloni
Committente: Comune di Roma - Ufficio Città Storica
Costruttore: Lunica Scarl, Edil Carlotta Srl
Superficie costruita: 1.320 m²
Data di completamento: 2007
Destinazione d’uso: Museo
Tipo di intervento: Recupero
Localizzazione: Ex Mattatoio di Testaccio, Campo Boario
Fotografie: Giulia Cupelloni, Rodolfo Migliari, courtesy Luciano Cupelloni

Progettista: Luciano Cupelloni
Committente: Comune di Roma, Assessorato alle Politiche per le Periferie, per lo Sviluppo Locale, per il Lavoro
Costruttore: SO.V.ED.
Superficie costruita: 3.500 m²
Data di completamento: 2007
Destinazione d’uso: M1: laboratori artigiani, uffici; M2: mercato agricoltura biologica e biobar; M3: sala conferenze, botteghe, uffici, bioristorante; M4: commercio equo e solidale
Tipo di intervento: Recupero
Localizzazione: Ex Mattatoio di Testaccio, Campo Boario
Fotografie: Roberto Bossaglia, courtesy Luciano Cupelloni

Progettista: Studio Transit
Committente: Panfilo Castaldi Immobiliare Srl
Costruttore: Ricci Spa
Superficie costruita: 2.225 m²
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Complesso multifunzionale
Tipo di intervento: Demolizione e ricostruzione
Localizzazione: Lungotevere degli Artigiani
Fotografie: Paolo Soriani, courtesy Studio Transitb

Progettista: Andrea Felice
Committente: Società Remedia Immobiliare Srl
Costruttore: Giennedue Srl; Innovazioni Tecnologiche Srl; RM Termoidraulica Srl; MA.R.I.EL. Ascensori Srl
Superficie costruita: 2.833 m²
Data di completamento: 2008
Destinazione d’uso: Edificio terziario
Tipo di intervento: Recupero e ristrutturazione
Localizzazione: Via del Porto Fluviale, Via dei Magazzini Generali
Fotografie: Andrea Jemolo, courtesy Andrea Felice

Progettista: A P s T Architettura
Committente: Comune di Roma
Costruttore: Maeg Costruzioni Spa
Data di completamento: 2014
Destinazione d’uso: Ponte pedonale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Lungotevere Vittorio Gassman - Via Tirone
Fotografie: Giovanna Marino, courtesy A P s T architettura

Progettista: SPSK Studio di Architettura e Ingegneria e Italprogetti
Committente: Università degli Studi di Roma Tre
Costruttore: Astaldi Spa
Superficie costruita: 22.700 m2 + 3.700 m2 a verde
Data di completamento: 2006
Destinazione d’uso: Edificio universitario
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Silvio D’Amico
Fotografie: Courtesy SPSK Studio di Architettura e Ingegneria

Progettista: ABDR Architetti Associati
Committente: Comune di Roma. Dipartimento VI, Politiche della Programmazione e Pianificazione del Territorio
Costruttore: SAC, DI.COS, Italiana Costruzioni, DAE Costruzioni, Edilizia Immobiliare Rio, Stile
Superficie costruita: 13.250 m²
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Edifici residenziali e commerciali
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Costantino, Viale Giustiniano Imperatore, Via Alessandro Severo, Via di Villa in Lucina
Fotografie: Moreno Maggi, courtesy ABDR Architetti Associati

Progettista: Beyond Architecture Group
Committente: Privato
Costruttore: Isme, Idea Legno
Superficie costruita: 180 m²
Data di completamento: 2012
Destinazione d’uso: Residenziale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Columella
Fotografie: Paolo Robazza, courtesy Beyond Architecture Group

Progettista: Sequas Ingegneria Srl
Committente: S.S.D.arl Calciosociale
Costruttore: Edilnard di Nardella Michele
Superficie costruita: 1.200 m²
Data di completamento: 2014
Destinazione d’uso: Impianto sportivo
Tipo di intervento: Manutenzione straordinaria
Localizzazione: Via di Poggio Verde
Fotografie: Gianluca Balzarini, courtesy Sequas Ingegneria Srl 

Progettista: Campoarchitetti, Vincenzo Giorgi
Committente: Società Sviluppo Edilizio in convenzione con Comune di Roma - Assessorato all’Urbanistica
Costruttore: Tecnoedil Costruzioni
Superficie costruita: residenza 7.200 mq, giardino pubblico 5.400 mq
Data di completamento: 2011
Destinazione d’uso: Residenza, giardino pubblico
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via dei Mazzanti, Via dei Tani
Fotografie: Courtesy Campoarchitetti

Progettista: Sartogo Architetti Associati - Piero Sartogo & Nathalie Grenon
Committente: Vicariato Opera Romana per la Preservazione della Fede e la Provvista di Nuove Chiese in Roma
Costruttore: Bianchini & Mancinelli Spa
Superficie costruita: 2.046 m²
Data di completamento: 2006
Destinazione d’uso: Chiesa e complesso parrocchiale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via della Magliana
Fotografie: Andrea Jemolo, courtesy Sartogo Architetti Associati 

Progettista: Spazimultipli Studio
Committente: Enterprise Spa
Costruttore: AR costruzioni, Kotorri costruzioni
Superficie costruita: Edificio 1.000 m²; terreno 3.500 m²
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Uffici e parco attrezzato
Tipo di intervento: Ristrutturazione, ampliamento ed adeguamento funzionale
Localizzazione: EUR
Fotografie: Maurizio Cogliandro Buchi Neri, courtesy Spazimultipli Studio Associato

Progettista: Studio Transit
Committente: Hines Italia Spa - Coima Image Srl
Costruttore: C.M.B. Carpi Srl
Superficie costruita: 11.000 m²
Data di completamento: 2009
Destinazione d’uso: Uffici
Tipo di intervento: Riqualificazione del prospetto e interior design
Localizzazione: Piazzale Luigi Sturzo
Fotografie: Nico Marziali, courtesy Studio Transit

Progettista: Sartogo Architetti Associati - Piero Sartogo & Nathalie Grenon
Committente: International Fund for Agricultural Development
Superficie costruita: 4.000 m²
Data di completamento: 2008
Destinazione d’uso: Centro conferenze
Localizzazione: Via Paolo di Dono
Fotografie: Andrea Jemolo, courtesy Sartogo Architetti Associati 

Progettista: Franco Purini, Laura Therme
Committente: Parsitalia Srl
Costruttore: Parsitalia Srl
Superficie costruita: 27.000 m2
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Edificio per residenze e uffici
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Piazza dell’Europarco
Fotografie: Fabrizio Ronconi, Courtesy Franco Purini e Laura Thermes

Progettista: Studio Transit
Committente: Europarco Srl
Costruttore: Parsitalia General Contractor Srl
Superficie costruita: 37.300 m²
Data di completamento: 2013
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Europarco
Fotografie: Courtesy Studio Transit

Progettista: Studio Transit con P&V Progetti Srl
Committente: Groupama Assicurazioni Spa
Costruttore: C.P.C. Spa
Superficie costruita: 13.500 m²
Data di completamento: 2011
Destinazione d’uso: Uffici
Tipo di intervento: Riqualificazione del prospetto e interior design
Localizzazione: Via Cesare Pavese
Fotografie: Courtesy Studio Transit

Progettista: LAD Laboratorio di Architettura e Design
Committente: Olgiata Verde Srl
Superficie costruita: 7.500 m² Spazio Interno (palestre + piscine) + 80.000 m² Spazio Esterno
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Edificio commerciale
Tipo di intervento: Centro sportivo con palestre, piscine, servizi e aree esterne
Localizzazione: Via Conti
Fotografie: Cornelia Suhan (esterni), Francesco Napolitano (interni), courtesy LAD 

Progettista: LAD Laboratorio di Architettura e Design
Committente: Olgiata Verde Srl
Superficie costruita: 2.300 m² Centro Commerciale + 2.000 m² Parcheggio
Data di completamento: 2009
Destinazione d’uso: Centro commerciale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via Cassia
Fotografie: Francesco Napolitano, courtesy LAD 

Progettista: Valle Architetti Associati
Committente: Porta di Roma
Costruttore: Ellepi S.C.A.R.
Superficie costruita: 13.660 m²
Data di completamento: 2011
Destinazione d’uso: Torre con uffici, residenze, parcheggio multipiano
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Polo commerciale Porta di Roma
Fotografie: Giuseppe dall’Arche,courtesy Valle Architetti Associati 

Progettista: ABDR Architetti Associati
Committente: Roma Metropolitane, Comune di Roma
Costruttore: Salini Costruttori Spa
Superficie costruita: 59.000 m² (Stazioni Annibaliano, Libia e Conca d’Oro)
Data di completamento: 2012
Destinazione d’uso: Stazione della metropolitana
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Piazza Annibaliano
Fotografie: Romolo Ottaviani per Roma Metropolitane, Courtesy ABDR Architetti Associati

Progettista: 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo con Annalaura Spalla
Committente: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Servizio Integrato Infrastrutture e Trasporti per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna
Costruttore: SAC - Società Appalti e Costruzioni
Superficie costruita: 28.600 m²
Data di completamento: 2012
Destinazione d’uso: Complesso per uffici e servizi dedicati
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via del Politecnico
Fotografie: Ernesta Caviola, courtesy 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo 

Progettista: Studio Valle con Studio Chiarini
Committente: Banca d’Italia, S.e.i.f.r.a. Scarl
Costruttore:
 S.e.i.f.r.a. Scarl 
Superficie costruita:
 220.000 m²
Data di completamento: 
2006
Destinazione d’uso: 
Uffici
Tipo di intervento: 
Nuova costruzione
Localizzazione:
 Viale Guido Carli, Frascati
Fotografie: 
Andrea Jemolo, courtesy Studio Valle 

Progettista: Herman Hertzberger+Marco Scarpinato
Committente: Comune di Roma - Dipartimento Simu
Costruttore: 
ATI - I.BE.CO. Costruzioni Spa con Sarfo Appalti e Costruzioni Srl
Superficie costruita: 
Edificio 4.700 m², Aree esterne 12.000 m²
Data di completamento: 
2011
Destinazione d’uso: 
Complesso scolastico integrato elementare e media con palestra e auditorium
Tipo di intervento: 
Nuova costruzione
Localizzazione: 
Via G. Capograssi, Via G. Maranini, Via M. Finiguerra, Via B. Petrocelli
Fotografie: 
Duccio Malagamba, courtesy Marco Scarpinato 

Progettista: Ingenium RE
Committente: Università Tor Vergata, Fondo Aristotele, Fabrica Immobiliare Sgr
Superficie costruita: 50.000 m2
Data di completamento: 2010
Destinazione d’uso: Residenze universitarie
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Via di Passolombardo
Fotografie: Courtesy Ingenium RE

Progettista: IaN+
Committente: Comune di Roma
Costruttore: 
Aedifica Appalti 
Superficie costruita: 
310 m²
Data di completamento: 
2010
Destinazione d’uso: 
Centro ricreativo
Tipo di intervento: 
Nuova costruzione
Localizzazione: 
Falcognana, Via Zaccaria Betti
Fotografie: 
Courtesy IaN+

Progettista: LP_studio, Filippo Lambertucci e Pisana Posocco
Committente: Curia Vescovile di Albano
Costruttore: Mit Srl, Soim Srl 
Superficie costruita: 2.400 m²
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Complesso parrocchiale (chiesa, cappella feriale, aule per il ministero pastorale, casa canonica, salone parrocchiale, corte comune)
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Pavona, Albano Laziale
Fotografie: Nadezda Vereshchagina, courtesy Filippo Lambertucci

Progettista: Studio Valle Progettazioni
Committente: Fiera Di Roma Spa, AGA Srl (proponenti)
Costruttore: 
Lamaro Appalti Spa 
Superficie costruita: 
210.215 m²
Data di completamento: 
2006
Destinazione d’uso: 
Padiglioni fieristici, spazi congressuali, uffici e servizi
Tipo di intervento: 
Nuova costruzione
Localizzazione: 
Via Portuense
Fotografie: 
Courtesy Studio Valle Progettazioni

Progettista: Studio Architettura Anselmi & Associati
Committente: Opera Romana per la Preservazione della Fede e la Provvista di Nuove Chiese in Roma
Costruttore:
Iace Spa
Superficie costruita:
2.995 m² (aula liturgica: 800 m²)
Data di completamento:
2010
Destinazione d’uso:
Complesso parrocchiale (aula liturgica e opere parrocchiali)
Tipo di intervento:
Nuova costruzione
Localizzazione:
Via Paolo Stoppa
Fotografie:
Courtesy Studio di Architettura Anselmi & Associati

Progettista: Enza Evangelista
Committente: Autostrade per l’Italia Spa
Costruttore: Fito Flora soc.coop. - Isar
Superficie costruita: 60 m²
Data di completamento: 2013
Destinazione d’uso: Edificio commerciale
Tipo di intervento: Nuova costruzione
Localizzazione: Autostrada A12 Roma - Civitavecchia | Barriera Roma ovest
Fotografie: Filippo Finardi, courtesy Enza Evangelista